Premettendo l'importanza di scegliere la scarpa più appropriata per le nostre caratteristiche e l'utilizzo che abbiamo intenzione di farne e quindi di sostituirle arrivate a fine vita, consideriamo che differenziare le calzature per gli allenamenti lunghi, quindi più ammortizzate e protettive, da quelli veloci, scarpe più leggere e reattive, eventualmente con drop più bassi, fornisce benefici fisici e rende più completo l'allenamento, facendo lavorare diversamente l'apparato locomotore (muscoli, tendini, articolazioni), e potenziandolo.Questo ci permette di ottimizzare le prestazioni in gara, riducendo il rischio di infortuni; una scarpa ammortizzata e stabile ci protegge per i lunghi chilometraggi, mentre una leggera e reattiva non ci appesantisce il passo con tempi più veloci.

Per gli allenamenti fuoristrada, dove possiamo beneficiare della riduzione dell'impatto rispetto all'asfalto,  ed è quindi fondamentale fondamentale usare una scarpa da trail running, con la suola che ci fornisce sicurezza nei terreni scivolosi e tecnici, ci fornisce il grip necessario ad avere una tenuta salda in salita e discesa, e supporta, inoltre, una struttura che ci protegge dagli urti sui terreni accidentati. 

Dal lato del portafoglio, che sta sempre a cuore a tutti, con tre scarpe, apparentemente spendo molti di più rispetto a usarne solo una. Falso! Se con una scarpa, come ben sai, puoi percorrere mediamente 800 km, perché non fare un investimento iniziale di 3 scarpe con le quali poter fare 2400 km in migliori condizioni? La spesa alla fine dei 2400 km è identica, è un po' come quando con l'auto si utilizzano due treni di gomme, si spende subito per acquistarle ma poi il consumo è identico, ma sono più sicuro quando viaggio. Oltretutto in questo caso non devo nemmeno pagare il cambio gomme! 

Aggiungo anche che alternare diversi tipi di scarpe, cosa che permette di lasciare a riposo la scarpa tra un utilizzo e l'altro, fa bene ai materiali che costituiscono l'ammortizzamento, e, altra cosa da valutare è che al momento dell'acquisto potreste ottenere un ulteriore sconto in negozio in caso di doppio acquisto.

Concludendo ecco le scarpe di cui ogni runner dovrebbe avere contemporaneamente:

1. Una scarpa ammortizzata e protettiva per allenamenti o gare lunghe

2. Scarpa reattiva e leggera, magari con differenziale basso, per gare brevi veloci e allenamenti e ripetute veloci o ad alta intensità.

3. Per chi esce dall'asfalto una scarpa da trail running, per correre in tutta sicurezza e anche per divertirsi di più.

Questa per me è la combinazione vincente.

Spunto tratto da Runner 451 Magazine.